Skip to main content
Cultural Nuances Of The U.S. & Italy

Itinerari di bellezza raggiungibile: Ferrara

Ferrara, adagiata nella quiete della pianura emiliana, con i suoi colori caldi tagliati da lame di sole e ombra, è una città ideale per scoprire itinerari a piedi in un’atmosfera rilassata ed elegante.

Tra palazzi medievali e arte a cielo aperto, si può ritrovare quella semplicità rurale appartenuta ai secoli scorsi e conoscere meglio quello fu il regno degli Este, una delle famiglie più potenti d’Europa.

Ferrara è anche chiamata “la città delle biciclette” perché l’utilizzo di questo mezzo da parte dei suoi cittadini è tra i più alti d’Europa e molto incentivato grazie a scelte urbanistiche mirate. Questo già ci fa capire quanto sia grande lo spirito green di questa città.

Percorriamo Ferrara con calma e, seguendo itinerari di bellezza raggiungibile, perdiamoci nella grandiosità dei suoi palazzi e nel silenzio dei suoi quartieri rurali.

Ecco cosa non perdere durante una visita a Ferrara:

1 – Il Castello Estense di Ferrara

Imponente e in pieno centro città, il Castello degli Este è uno dei rari castelli italiani ad essere ancora circondato da un fossato pieno d’acqua. Fu costruito nel 1385 da Nicolò II d’Este per difendersi dal popolo stesso in rivolta. Ha sempre rappresentato un luogo di difesa dagli assedi delle città vicine e dalle lotte interne, ma è anche divenuto in seguito una residenza nobiliare. Il cortile interno è accessibile liberamente, mentre le sale affrescate e le prigioni sotterranee sono visitabili tramite l’acquisto di un biglietto. Imperdibile la vista panoramica dalla Torre dei Leoni!

Per saperne di più cliccate qui.

Ferrara, il Castello Estense
Il Castello Estense a Ferrara

2 – La Cattedrale di San Giorgio

Il Duomo dedicato a San Giorgio (il santo è raffigurato al centro del portale mentre uccide il drago) è davvero uno spettacolo con la sua facciata in marmo bianco e domina la piazza antica della città. Purtroppo è da lungo tempo in fase di restauro e non si può apprezzare appieno. All’interno si può ammirare l’intero ciclo di affreschi del Giudizio Universale che lascia senza fiato per la sua magnificenza.

3 – Palazzo Comunale e Scalone d’Onore

Di fronte alla cattedrale oltrepassando un grande arco di accesso, chiamato Volto del Cavallo e fiancheggiato da due statue equestri, si accede alla piazza municipale. L’intero palazzo con la sua corte interna e lo scalone d’onore, era il Palazzo Ducale residenza degli Este prima della costruzione del castello.

4 – Piazza Trento e Trieste

L’antica piazza delle Erbe (denominata piazza Trento e Trieste dal 1919), cuore pulsante della città medievale, è ancora oggi riferimento del passeggio cittadino. Vi si affacciano la Cattedrale, il Palazzo Comunale, il Palazzo della Ragione, la Torre dell’Orologio, la splendida Loggia dei Merciai dove c’erano un tempo le botteghe.

5 – Museo della Cattedrale

Il Museo della Cattedrale si trova  in una piccola chiesa romanica accanto alla cattedrale, l’ex Chiesa di San Romano, e ospita interessanti opere quattrocentesche. In ogni caso merita d’essere visitato liberamente il suggestivo quadriportico d’ingresso.

Museo della Cattedrale a Ferrara
Il Portico della Chiesa di San Romano a Ferrara (Museo della Cattedrale)

6 – Via delle Volte

Via delle Volte è una via magica. Due km di acciottolato antico dall’atmosfera incredibile ferma nel tempo, dove passeggiare sotto grandi arcate e passaggi sospesi per respirare appieno quello che in epoca medievale era il fondaco dei mercanti. Percorrere a piedi questa zona di Ferrara è molto suggestivo e regala scorci per fotografie bellissime.

7 – Palazzo Schifanoia

Un gioiello architettonico sorto con scopi ricreativi e festaioli (a schivar la noia) nel 1385, ampliato e arricchito successivamente. Al suo interno resterete incantati di fronte al Salone dei Mesi, il più vasto ciclo di affreschi rinascimentali a tema non religioso.

Cliccate qui per saperne di più

8 – Il Palazzo dei Diamanti

Un palazzo iconico dal nome evocativo. Uno dei principali esempi del Rinascimento italiano, un simbolo della città. La struttura è formata da blocchi di marmo bianco striati di rosa tagliati in una forma particolare che crea prospettive ed effetti di luce unici. La leggenda dice che dietro uno degli 8500 blocchi del suo caratteristico bugnato, si celi davvero un diamante della corona fatto nascondere da Ercole I d’Este.  Un’aura di mistero che rende questa facciata ancor più bella. Al primo piano si trova la Pinacoteca Nazionale di Ferrara.

Per saperne di più cliccate qui.

9 – Casa di Ludovico Ariosto

Interessante scoprire in una via secondaria e per lo più deserta, l’antica dimora del celebre autore de L’Orlando Furioso, che scelse di abitare nella quiete di queste campagne, culla del rinascimento.

10 – Corso Ercole I d’Este a Ferrara

Questa grande via è considerata uno dei viali più belli d’Europa. Forse perché Corso Ercole I d’Este sembra fermo nel tempo, avvolto in una calma surreale tra i suoi palazzi signorili, nell’assenza di insegne e negozi.

11 – Parco Massari

Ecco un altro luogo da percorrere a piedi a Ferrara. Parco Massari risale all’800 e prende il nome dai conti che acquisirono l’attiguo palazzo. Si tratta della più vasta area verde entro le mura della città, quindi una tappa è d’obbligo all’ombra dei suoi grandi alberi.

12 – Casa Romei

Una storica dimora d’origine quattrocentesca costruita dal mercante Giovanni Romei, oggi custodisce molti dipinti e affreschi provenienti dalle chiese soppresse della città.

13 – Rotonda Foschini

A pochi metri dal castello c’è la corte interna del teatro comunale di Ferrara che offre, a chi guarda verso l’alto, uno spettacolo curioso per la sua forma ellittica spalancata sul cielo.

14 – Museo Archeologico

Come ogni città storica, anche Ferrara ha il suo museo archeologico. Si trova presso Palazzo Costabili (di Ludovico Il Moro) ed espone reperti provenienti dalla città etrusca di Spina.

15 – Cimitero Monumentale o Certosa di Ferrara

Il cimitero monumentale con il suo parco di 6 ettari nel cuore della città, rappresenta un vero e proprio museo a cielo aperto. E’ chiamato anche Certosa di Ferrara perché nasce nella metà del ‘400 come monastero certosino per volere di Borso d’Este.

16 – Le Mura di Ferrara

Affascinanti resti della città medievale rimaneggiati nei secoli, le mura circondano per ben 9 km il cuore di Ferrara.

17 – Il Ghetto Ebraico

Ferrara conserva le memorie di una delle comunità ebraiche più antiche d’Italia, concentrata attorno a via Mazzini. Qui ci sono antichi edifici, dove gli ebrei abitavano o avevano le botteghe, il vecchio forno, l’asilo e la Sinagoga che oggi ospita il Museo Ebraico.

18- Il cibo tipico di Ferrara

Dopo aver percorso a piedi le meravigliose vie di Ferrara in lungo e in largo, potrete regalarvi una pausa enogastronomica di eccellente qualità in una delle sue osterie tipiche. A quanto pare già ai tempi della corte Estense l’arte culinaria era famosa e tenuta particolarmente in considerazione. Potrete scegliere tra paste fresche come Cappellacci, Cappelletti o Passatelli, oppure il famoso Pasticcio di maccheroncini. Assaggiate la Salama da sugo e la Coppia, il pane tipico Igp dalla forma caratteristica, bevete un bicchiere di buon Lambrusco Emiliano e terminate con una golosissima fetta di Torta Tenerina.

di Désirée Coata

Un consiglio speciale: consultate Sentieripertutti e i suoi itinerari di bellezza raggiungibile a piedi a Ferrara e in tutta Italia!

Articoli che potrebbero interessarti: Alla scoperta di Matera

 

 

 

Non ci sono ancora commenti!

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.