Skip to main content
Cultural Nuances Of The U.S. & Italy
castello di Fenis in Val d'Aosta
castello di Fenis in Val d'Aosta

Weekend tra castelli e fortezze in Val d’Aosta

La Valle d’Aosta è la meta ideale per rilassarsi e rigenerarsi a contatto con la natura, ma anche per andare alla scoperta di borghi montani e castelli affascinanti. Vi racconto il mio week-end tra castelli e fortezze di questa splendida regione che merita d’essere visitata anche al di fuori del periodo sciistico.

Da Milano a Grand Villa in Valle d’Aosta

Venerdì

In meno di due ore si arriva all’Hotel “La Confrèrie Du Moyen Age” situato ad un’altitudine di 1500 m a Grand Villa, un delizioso villaggio del Comune di Verrayes, in provincia di Aosta. La zona appresenta un punto di partenza ideale per numerose escursioni su sentieri panoramici immersi nella natura, ma anche per esplorare i tanti splendidi castelli valdostani. L’hotel è un 4 stelle ricavato in una vecchia casa di famiglia restaurata, è suggestivo con travi irregolari in legno antico e con un’atmosfera di autentico monastero medievale. Ogni spazio è studiato nei dettagli per essere intimo e accogliente. Dopo il check-in, faccio subito una passeggiata nei dintorni per respirare a pieni polmoni l’aria fresca e pura e godere di una vista spettacolare tra prati pianeggianti e boschi fitti. Anche fare qualche passo nel villaggio con i suoi silenzi e i ritmi lenti, dà nuovo equilibrio allo spirito.

Una giornata di relax e ambientamento senza programmi particolari, ed è già ora di cena: la fame, si sa, in montagna si fa sentire. La cena presso il ristorante tipico è a base di moccetta e cotoletta valdostana accompagnate da un ottimo Chambave Rouge.

Visita al Castello di Fènis

 Il risveglio prevede il mio abituale allenamento mattutino all’aperto, questa volta con vista mozzafiato. La colazione è ricca, con prodotti locali come le marmellate fatte in casa, il pane cotto nel forno del villaggio e gli affettati freschi.

La giornata è dedicata alla visita del Castello di Fenis che dista solo una ventina di chilometri, a mio parere il castello medievale meglio conservato di tutta la regione. L’imponente costruzione appare sì come una fortificazione, ma certamente più signorile, essendo stato per secoli residenza della famiglia Challant del ramo di Fènis. Ceduto al conte Baldassarre Castellar di Saluzzo Paesana all’inizio del 1700, va incontro a un lento degrado fino al 1895 quando Alfredo d’Antrade ne restaura le parti più rovinate e lo dona alla regione Valle d’Aosta. La visita inizia al pian terreno con la Sala d’Armi, il Refettorio, la Cucina con uno scenografico camino. Si prosegue al primo piano dove si possono ammirare bellissimi affreschi della cappella e della Sala di rappresentanza. Colpisce la pianta pentagonale e la doppia cinta muraria, ma soprattutto le numerose decorazioni pittoriche, simboli di potenza e prestigio degli esponenti della famiglia Challant.

Si torna nei pressi dell’hotel per concludere la giornata con una passeggiata al tramonto.

In serata raggiungiamo in venti minuti il paese di Torgnon, giusto il tempo di un aperitivo, poi scegliamo di trascorrere la serata presso il Ristorante Pizzeria Jour et Nuit in frazione Verney

Il Castello di Pilato a Nus e il Forte di Bard

Domenica

Lascio l’hotel per dirigermi in auto verso la città di Nus che dista circa mezz’ora. Il paese di quasi 3000 anime nasconde i resti di un castello particolare, denominato “di Pilato”. Secondo la leggenda Ponzio Pilato soggiornò qui mentre si recava in Gallia dove era stato esiliato da Caligola. I ruderi scampati ad un incendio sono stati restaurati e messi in sicurezza, pertanto visitabili grazie ad una scaletta che permette di raggiungere il camminamento tra le torrette.

Dopo un pranzo leggero nei pressi del castello, mi rimetto in viaggio e in mezz’ora d’auto raggiungo il celebre Forte di Bard. Si tratta di un imponente complesso fortificato di primo Ottocento che domina incontrastato l’intera vallata percorsa dalla Dora Baltea Qui hanno transitato personaggi illustri come Napoleone Bonaparte e Stendhal. Quest’ultimo racconterà in un suo romanzo una battaglia svoltasi proprio ai piedi del Forte con il famoso condottiero. Un’altra curiosità: il forte è stato utilizzato anche come set cinematografico per il film del 2014 “Avengers: Age of Ultron”.

Nel tardo pomeriggio si conclude questo splendido week end tra castelli e fortezze col rientro a Milano. Le gambe sono stanche, ma il cuore è leggero e domani son certo inizierò la settimana  lavorativa con nuova energia.

forte di Bard durante il week end tra castelli e fortezze in Valle d'Aosta

Non ci sono ancora commenti!

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.