Skip to main content
Cultural Nuances Of The U.S. & Italy
le illustrazioni di Francesco Bongiorni alla galleria d'arte c/eContemporary,
le illustrazioni di Francesco Bongiorni alla galleria d'arte c/eContemporary,

Francesco Bongiorni, le illustrazioni in mostra a Milano: “Forme per contemplare l’inenarrabile”

“Forme per contemplare l’inenarrabile” è la mostra di illustrazioni di Francesco Bongiorni inaugurata a inizio novembre a cura di Christine Enrile e Rebecca Piva presso la galleria c/eContemporary a Milano. Un titolo estremamente accattivante che suscita interesse e curiosità per queste illustrazioni pervase da un’aura di mistero.

Ma prima di godere dell’arte di Francesco Bongiorni, scopriamo insieme qualche notizia sull’artista.

Chi è Francesco Bongiorni

Francesco Bongiorni è un affermato illustratore che vive e lavora tra Milano e Madrid. Alto, capelli lunghi raccolti, un sorriso trasparente e sincero. Francesco collabora con: The New York Times, Air France, The Guardian, The Wall Street Journal, Washington Post, per citarne solo alcuni.

Le sue opere sono presentate nelle migliori mostre annuali di illustrazione come: Communication Arts, Society of Illustartors of New York e American Illustration. Ha partecipato a vari progetti internazionali: una sua opera è stata portata addirittura in orbita sullo Space Shuttle Falcon 9 per il progetto “Space Art”.

Nel maggio scorso ha vinto la prestigiosa Gold Medal della Society of Illustrators di New York, uno dei più importanti concorsi nazionali di illustrazione. Un artista giovane, dinamico, internazionale che vanta tanti traguardi e celebri clienti sparsi per il mondo. È tornato a Milano, dove è nato nel 1984, a celebrare con questa mostra i suoi tanti successi.

Le illustrazioni di Francesco Bongiorni in mostra

In questa mostra è presentata una selezione di tavole realizzate per l’Atlante dei luoghi misteriosi d’Italia (Bompiani 2018) e per il secondo volume Atlante dei luoghi misteriosi dell’antichità (Bompiani 2020). Due libri di gran successo nei quali i luoghi mitici e misteriosi vengono celebrati nelle suggestive illustrazioni di Francesco Bongiorni e raccontati dalle parole dello scrittore e divulgatore scientifico Massimo Polidoro. Un connubio tra arte e storia, tra tecnica e misticismo, tra visione e narrazione che avvolge di stupore e stimola la voglia di approfondire.

Lo spazio espositivo è semplice: un rettangolo architettonico dipinto con le tinte del mare, e alle pareti le illustrazioni di Francesco Bongiorni emergono da cornici bianche essenziali. La mostra è concepita come un viaggio nei luoghi misteriosi e affascinanti d’Italia e del mondo. Alcuni sono noti e riconoscibili ancor prima di leggerne la didascalia, altri solleticano la ricerca. Sono immagini potenti che sanno condensare l’anima di un luogo in una sintesi visiva di grande effetto.

Viaggiare nelle illustrazioni di Francesco Bongiorni

Diverte puntare il dito e pensare “quel posto lo conosco” “mi ricorda qualcosa” oppure “da quanto tempo vorrei andarci!”. Ci sono illustrazioni che ci invitano ad approfondire, a memorizzare la suggestione evocata per ricercarla magari dal vivo durante un prossimo viaggio. Il Pozzo di San Patrizio a Orvieto, Castel del Monte in Puglia, il Santuario di Manoppello in Abruzzo, le Catacombe del Convento dei Cappuccini a Palermo, il Campanile del lago di Resia o Il Tempietto di Valadier nelle Marche…sono innumerevoli i posti d’eccezionale bellezza e stranezza in Italia.

Poi si viaggia nella storia antica del mondo tra i Moai dell’Isola di Pasqua, i megaliti di Stonehenge, lo scomparso Colosso Di Rodi o l’affascinante Petra in Giordania. Lo sguardo viaggia oltre i colori e i tratti bidimensionali trascinando con sé lo spettatore in una dimensione fantastica, dove mito e storia vengono magicamente cristallizzati.

I colori delle illustrazioni di Francesco Bongiorni

I colori delle opere sono molto particolari. I misteri italiani virano nelle tonalità del nero e del blu notte, sono cupi e inquietanti, rischiarati solo da sfumature di rosa antico. Le illustrazioni della storia antica invece assumono atmosfere fiabesche con tinte decisamente più calde e sognanti come il turchese, il violaceo o l’ocra. Terapia dei colori che agisce tra inquietudine latente e curiosità galoppante.

Forme per contemplare l’inenarrabile

Il titolo “Forme per contemplare l’inenarrabile” è davvero suggestivo e merita d’essere indagato. Ecco le parole di Christine Enrile, una delle curatrici della mostra:

“In latino l’aggettivo inenarrabilis si riferisce a ciò che appunto non può essere narrato perché mostra una bellezza stupefacente, perché è terrificante o ancora troppo complicato. Allo stesso modo dalle mani di Bongiorni hanno preso vita forme inenarrabili che possono solo essere contemplate, osservate con attenzione, con ammirazione e meraviglia. Meraviglia intesa nell’accezione di Aristotele e Platone che la intendevano quale consapevolezza di non potersi dare spiegazioni compiute di fronte alle cose del mondo.”

Nei due atlanti editi da Bompiani, lo scrittore Massimo Polidoro supera questo inenarrabile aggiungendo una parte testuale che completa l’opera visiva e visionaria di Bongiorni, conducendoci con le sue parole in mondi incredibili, in posti avvolti dal mistero che vien voglia di esplorare.

“Le illustrazioni dei luoghi del mondo provocano profonde connessioni ed emozioni perché si legano al nostro passato e ci portano a viaggiare nel tempo tra una selezione di posti poco conosciuti e avvolti tutt’ora nel mistero. Il fascino per l’esplorazione è innato nell’essere umano.” Dice Rebecca Piva, curatrice della mostra insieme a Christine.

La mostra di Francesco Bongiorni a Milano è visitabile fino al 28 Febbraio 2023 presso la Galleria C/EContemporary in via Tiraboschi 2/76 (corte interna), zona Porta Romana.

È possibile acquistare alcune illustrazioni in edizione limitata firmate dall’artista (stampa fine Art Hahnemuhle William Turner). Potrebbe essere un’ottima idea per i regali di Natale: l’arte nobilita chi la regala e arricchisce chi la riceve.

Désirée Coata

Non ci sono ancora commenti!

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.