Skip to main content
Cultural Nuances Of The U.S. & Italy
english language for inyernational meetings
english language for inyernational meetings

L’importanza della lingua inglese per gli incontri internazionali

L’importanza della lingua inglese per gli incontri internazionali

Sono affascinato dalla lingua inglese, la più comunemente utilizzata negli ambienti multiculturali. Per questo vorrei analizzare insieme a voi l’importanza della lingua inglese negli incontri internazionali. E’ una lingua universale, unisce le persone di tutto il mondo, accorcia distanze, appiana differenze. Un buon uso dell’inglese è fondamentale per la comprensione reciproca nel mondo degli affari, della scienza e del commercio.

Immagini, grafici e dati facilitano la comprensione

Quando si partecipa ad incontra internazionali, occorre tener conto che le persone presenti possono conoscere la lingua inglese a livelli differenti. Pertanto è importante spiegare all’inizio i termini chiave in modo che non vi siano malintesi. Gli oratori spesso hanno accenti diversi che distorcono il senso delle frasi ad esempio. Avendo lavorato principalmente presso aziende internazionali, sono abituato ad ascoltare stakeholder e partner provenienti da Stati Uniti, Europa e India. Solitamente tutti hanno una profonda conoscenza della lingua inglese, ma alcuni accenti stranieri sono prevalenti.

Capita che gli ascoltatori possano facilmente confondersi. Quindi è molto importante che coloro che conducono presentazioni a riunioni internazionali, utilizzino immagini. Molte persone, è vero, usano abitualmente la lingua inglese nella comunicazione aziendale attraverso mail o memo, ma al tempo stesso sono meno abituate all’ascolto. Un oratore madrelingua dovrebbe far notare quest’aspetto, guardare attentamente il pubblico e, se necessario, parafrasare o spiegare i concetti in termini più semplici

importanza della lingua inglese
L’importanza della lingua inglese negli incontri internazionali

Richiesta di chiarimenti

Spesso capita che i partecipanti agli incontri internazionali non siano madrelingua o non abbiano le competenze linguistiche avanzate necessarie a condurre un discorso. Chi impara l’inglese come seconda lingua, ha spesso problemi ad esprimere le idee in modo efficace. Si tende a tradurre dalla lingua madre all’inglese parola per parola, con l’effetto di comunicare frasi spezzate o combinazioni insolite di parole. E’ fondamentale che non si abbiano esitazioni a chiedere chiarimenti.

Per esperienza posso dire che fingere di aver perfettamente inteso un discorso quando in realtà non è così, può portare davvero a gravi conseguenze. Le trattative commerciali in modo particolare necessitano di estrema chiarezza e le ambiguità non sono ammesse. Occorre pertanto cercare di esprimersi chiaramente imparando le frasi comuni e i modo di dire più ricorrenti. Spiegare nozioni complesse in termini semplici è anche un buon esercizio per il cervello.

Non esagerare con i “modi di dire”

L’aspetto più complicato della lingua inglese è certamente l’uso degli idiomi  e dei “modi di dire”. Molti oratori infatti utilizzano frasi astratte con significato figurativo o proverbi che però possono essere difficilmente compresi da chi madrelingua non è. Da evitare quindi l’uso spropositato del gergo inglese perché spesso non c’è alcuna analogia con le altre lingue.

importanza della lingua inglese
L’importanza della lingua inglese negli incontri internazionali

La lingua inglese nell’ambiente multiculturale

Infine non bisogna dimenticare che la lingua non è l’unico aspetto che fa la differenza negli incontri internazionali, ma bisogna tener conto anche e soprattutto del contesto culturale. Non bisogna mai sottovalutare alcune peculiarità culturali delle persone con le quali ci si relaziona. Ci sono espressioni o modi di fare che potrebbero apparire strani o addirittura offensivi per persone provenienti da un diverso ambito culturale. Per fare un esempio, gli uomini d’affari tedeschi sono piuttosto lineari e semplici nel loro esprimersi e tendono a separare la vita lavorativa da quella personale.

Le persone italiane o spagnole invece sono più amichevoli e una volta che i rapporti di lavoro sono consolidati, possono aggiungere un bacio sulla guancia insieme alla consueta stretta di mano. I partner giapponesi d’altro canto preferiranno un inchino piuttosto che una stretta di mano. Gli arabi preferiscono una stretta di mano ma solo con la destra.

Conoscere questi piccoli dettagli faciliterà la comunicazione interculturale e il buon esito di un incontro. Un altro aspetto da non dimenticare sarà la subordinazione di genere e di età cruciale per molti paesi orientali tradizionali. Per fortuna ci sono molte risorse per l’etichetta aziendale disponibili online o su periodici dedicati. Questi suggerimenti aumentano la consapevolezza multiculturale e contribuiscono a rendere l’incontro un successo.

Non ci sono ancora commenti!

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.